La Legge Di Risonanza: Il Simile Attrae Il Simile

Tragicomico
32,3K letture

La Legge di Risonanza, senza dubbio, rappresenta una delle Leggi Universali più affascinanti. Come tutte le leggi che governano il cosmo, essa rimane immutabile e imparziale, operando incessantemente, indipendentemente dalla consapevolezza o meno da parte degli esseri umani.
Per comprenderne il funzionamento, è necessario innanzitutto riconoscere che il nostro corpo non è altro che una forma di energia, vibrante a una specifica frequenza. In altre parole, emaniamo costantemente frequenze vibratorie, proprio come ogni elemento dell’Universo, incluso il nostro pianeta Terra.

Come ho già spiegato, tutti noi, senza eccezioni, emettiamo vibrazioni nello spazio che ci circonda, non solo attraverso le azioni, ma anche con i pensieri, le emozioni e gli stati d’animo. Ogni cosa emette una vibrazione in modo continuo. È proprio qui che entra in gioco la Legge di Risonanza: ogni vibrazione attira verso di noi situazioni e persone che risuonano con la stessa frequenza vibratoria. Per semplificare il concetto, possiamo immaginare una radio impostata su una frequenza FM: non potrà mai ricevere un segnale AM, proprio perché obbedisce alla legge di risonanza.

Questa legge determina che la nostra vita (in ogni istante) sia circondata da ciò che è necessario per la nostra evoluzione e crescita personale. Se il nostro mondo esterno ci appare negativo, è molto probabile che sia il riflesso di una nostra disarmonia interiore. Non deve quindi sorprendere se ci troviamo ad avere un partner che non amiamo o un lavoro che non ci soddisfa: la legge di risonanza, infatti, non fallisce mai. Inconsciamente, attraiamo ciò che serve ad espandere la nostra coscienza. Man mano che evolviamo interiormente, cambiano anche le persone e le situazioni che ci circondano.

Le persone che si lamentano continuamente, con una mentalità pessimista e negativa, con cosa pensate possano risuonare, se non con eventi e persone simili? Un partner eccessivamente geloso attirerà verso di sé un compagno/a che metterà a dura prova questa sua gelosia. Allo stesso modo, un individuo ossessionato dal denaro incontrerà nella vita situazioni che accentueranno questo suo attaccamento morboso ai beni materiali.
In pratica, risuoniamo e attraiamo persone e situazioni che, inevitabilmente, fanno emergere aspetti di noi che NON vorremmo conoscere, perché ci causano irritazione, disagio e frustrazione. Come dico sempre, l’esistenza ha a cuore il nostro bene e, attraverso questa sua Legge di Risonanza, ci permette di attirare le giuste “disgrazie” per farci comprendere le lezioni della vita. In questo modo, impariamo finalmente ad amare noi stessi e gli altri per come realmente siamo.

einstein-energia-attrazione-aforismaIl problema delle persone sta nel fatto che attraggono situazioni, circostanze e persone in modo INCONSCIO invece di farlo CONSAPEVOLMENTE! Ho già spiegato più volte in questo blog di come in realtà la gente stia dormendo, ovvero non sta vivendo la propria vita, ma sta soltanto subendo tutto ciò che gli accade (trovate QUI un mio articolo al riguardo!). Ogni pensiero vibra, ogni pensiero emana un segnale e ogni pensiero ne attira uno di risposta che gli corrisponde. Ogni nostro pensiero emana una vibrazione, un segnale che attrae a sua volta un segnale corrispondente. Per uscire da questa “prigione mentale” e sfruttare consapevolmente questa Legge Universale a nostro favore, è fondamentale acquisire una sicurezza interiore che ci renda capaci di non essere succubi delle situazioni esterne.

Vi faccio un esempio: invece di focalizzarci su un problema e, di conseguenza, attrarre ulteriori difficoltà, proviamo a immaginare e progettare la soluzione. In questo modo, ci apriamo a opportunità e situazioni vantaggiose che aspettano solo di essere sfruttate. Le emozioni rappresentano un fantastico sistema di guida: se le ascoltiamo con attenzione, possiamo raggiungere qualsiasi obiettivo desiderato.

«Quando ti concentri sulla mancanza, sulla ristrettezza e sulle cose che non hai, ne discuti preoccupato con la famiglia e con gli amici, dici ai tuoi figli che non avete abbastanza denaro («Non abbiamo abbastanza soldi per quello, non ce lo possiamo permettere»), puoi star certo che non riuscirai mai a procurartelo, perché attrai proprio la mancanza.
È sull’abbondanza e sulla prosperità che ti devi concentrare se vuoi ottenerle.»
(Lisa Nichols nel libro “The Secret“)

Non stai leggendo questo articolo per puro caso. La casualità, come concetto, non esiste. Se così fosse, dovremmo supporre che l’intera Esistenza, nella sua perfezione, sia frutto del caso. In realtà, la tua presenza qui è il risultato di un’attrazione cosciente. La tua coscienza ti ha guidato verso queste parole, affinché io possa incuriosirti (non sono un maestro o un guru, ma un semplice ricercatore di verità desideroso di condividere informazioni e stimolare la riflessione). Il mio scopo è accompagnarti verso una maggiore consapevolezza su questo tema.
Le Leggi Universali non sono nemiche da combattere, bensì potenti alleate. Il nostro compito è comprenderle, interpretarle e applicarle nella nostra vita. Questo richiede un grande impegno interiore, un lavoro costante su noi stessi. Attraverso questo processo, possiamo letteralmente trasformare il nostro modo di “vedere” il mondo che ci circonda. Possiamo iniziare fin da subito, diventando consapevoli delle vibrazioni che emettiamo e scegliendo di trasmettere solo quelle positive.

Tutte le persone che etichettiamo come “malvagie” e le situazioni spiacevoli che incontriamo sono, in realtà, solo messaggeri che ci rivelano l’invisibile. Chi è in grado di cogliere questa realtà e si assume la responsabilità del proprio destino, libera la propria esistenza dalla paura del fallimento.
Non appena questa nuova prospettiva permea la nostra mente e i nostri pensieri, ci accorgiamo di essere Esseri Vibrazionali che entrano in risonanza e attraggono tutto ciò che accade nella nostra vita. Inizia così il meraviglioso viaggio verso la creazione intenzionale.

«Attento a quel che desideri, dicono, perché potrebbe realizzarsi,
e mai fu detta cosa più vera.»
(Dal mio libroLiberi Dentro, Liberi Fuori“)

Compreprendere la profonda correlazione tra i nostri pensieri e la realtà che viviamo rappresenta la chiave per raggiungere la vera realizzazione personale. Percorrendo questo sentiero, è fondamentale osare, con coraggio e determinazione, alla riscoperta della nostra identità, individualità e del nostro centro di gravità permanente. Solo in questo modo potremo sottrarci all’opprimente influenza dell’ego e di una personalità ingombrante. Evitando di soccombere a questa inerzia, ci distanziamo da quella massa di individui sempre più apatici, omologati, pervasi da lamentele, assoggettati a molteplici schiavitù e, non a caso, sempre più afflitti da malessere.
A voi la scelta.

Tragicomico

I MIEI LIBRI PER VOI

 

Nei miei libri troverete spunti di riflessione per esplorare il significato della vostra esistenza.
Affronteremo insieme temi come il tempo, la felicità, l'amore, la libertà, il dolore e la rinascita.
Vi accompagnerò in un percorso introspettivo per riscoprire la vostra vera essenza.
Perché la vita è un dono prezioso e va vissuta con consapevolezza.
Scegliete il libro che risuona in voi e fatevi un regalo.
Buona lettura!

16 commenti

Barnaba 24 Febbraio 2020 - 15:50

Complimentissimi!!! capii bene questa legge fondamentale quando lessi “Le regole dell’infinito” di Francesco Giacovazzo.
Da questa legge arrivava a parlare dell’importanza della GRATITUDINE. Non solo gratitudine per ciò che abbiamo, ma gratitudine anche per ciò che ancora non abbiamo: “Quando ringraziamo come se avessimo già ricevuto quello che volevamo. trasmettiamo un potente segnale all’universo. Il segnale comunica che possediamo già quella cosa, dato che proviamo gratitudine per il fatto di averla.”
Per me, un modo di vedere la tanto inflazionata ( nell’ambito della crescita personale) gratitudine del tutto nuovo.
Tra l’altro ricordo che mi balzò in mente Igor Sibaldi e la sua tecnica dei 101 desideri ( ne hai sentito parlare?) che a questo punto perdeva di potere dato che Secondo Giacovazzo Volere qualcosa trasmetteva il messaggio di non averla. La Volontà doveva essere scambiata con L’Intenzione.
Cosa ne pensi? Sarei molto grato di sentire una tua opinione dato che sono giovane e tu sicuramente molto più esperto in materia.

Rispondi
Tragicomico 25 Febbraio 2020 - 16:57

Ciao Barnaba, grazie per il tuo commenti e i vari spunti letterari offerti. Ne ho sentito parlare, ma non ancora letti. Quello che posso dirti che non puoi scambiare la volontà con l’intenzione, perché sono due processi della medesima operazione. Solo che non avvengono nello stesso istante, prima l’intenzione e poi la volontà. È come scagliare una freccia, deve esserci prima l’intenzione e poi la volontà di farlo, se manca una delle due, nulla viene scagliato. E lo stesso vale per ciò che vuoi “scagliare” nell’universo. La gratitudine, da questo punto di vista, è un atto generoso e nobile, che ti eleva di frequenza e, di conseguenza, ti permette di ricevere qualcosa di “superiore”, in armonia con la tua frequenza. Ma dev’essere una gratitudine spontanea e non indotta.

Rispondi
Andrea 4 Dicembre 2020 - 10:55

Ottimo articolo, molto interessante! Grazie mille

Rispondi
Tragicomico 4 Dicembre 2020 - 11:15

Grazie a te Andrea, per essere passato da qui!

Rispondi
Maja 4 Febbraio 2021 - 18:09

Ciao Tragicomico! Ecco un altro ottimo articolo che ti porta a riflettere sui pensieri, intenzioni e azioni innescati dall’energia che ci metti dentro, come se fosse benzina invisibile che mette in moto accadimenti ( cosmici e non ) :). E’ vero noi attiriamo quello che ” non vogliamo, che ci da fastidio ” , per esempio c’è quella vicina di casa che ogni volta quando la vedi preghi Dio che lei non ti becca perchè attacca il bottone a non finire. Più cerchi di evitarla più ti si palesa davanti. Allargando il discorso sui fatti della vita più importanti mi sembra di capire che non puoi rimandare l’inevitabile perchè comunque e qualunque cosa tu faccia succederà. Ho notato anche che nelle giornate o momenti che io emano consapevolmente l’energia positiva è come se tutto il mondo ti sorridesse e ti investisse una cascata di luce ( e non uso le sostanze oppiacee :)) è una sensazione magica perchè è un boomerang: tu prontamente ricevi un’ondata di energia positiva da qualcun altro.
Mi piace anche la citazione che hai messo in fondo all’articolo, è vero: già sperimentato in persona, è proprio una Legge Universale. Dovrò procurarmi quel libro. Come sempre ti ringrazio per la tua ” cosmicità” 🙂

Rispondi
Tragicomico 5 Febbraio 2021 - 15:04

Grazie Maja per questo tuo commento così “ricco”, hai di fatto portato un esempio semplice ma estremamente efficace, perché l’universo non è in grado di distinguere fra ciò che ti piace o non ti piace, ma in base alle emanazioni che emani è capace di sentire quello che pensi inconsciamente e in automatico ti aiuta a fornirti l’elemento pensato. Ecco perché l’esempio della vicina è molto calzante. Molte persone credono che basti un pensiero per far avverare un qualcosa, in verità è un lavoro molto più profondo che ha a che fare con il proprio inconscio. Visto che i nostri pensieri coscienti sono solo la punta di un iceberg molto più profondo, fatto di pensieri e attività inconsce.
Ti auguro di continuare a emanare un flusso di energia “alta”, in modo da attrarre situazioni altrettanto piacevoli. A presto.

Rispondi
Maja 5 Febbraio 2021 - 18:14

Grazie Tragicomico! Sono d’accordo con questo tuo commento, quello che viene esternato è come hai detto tu solo la punta dell’iceberg. E la penso come te nella replica a Barnaba dove hai scritto che l’intenzione senza volontà non è efficace o semplicemente non succede nulla. E’ un pò come dei boccioli rinsecchiti che non sono mai diventati fiori. Spero di riuscire ad elevarmi sempre di più alle frequenze alte del cosmo, anche qui bisogna disimparare tanto…per apprendere del nuovo 🙂 A presto

Rispondi
Ludo 23 Agosto 2021 - 16:49

La cosa che mi lascia ancora perplessa é come sia possibile che attiriamo a noi delle disgrazie? E non parlo del partner sbagliato o del lavoro che ci fa schifo ( o più in generale di tutte quelle cose che abbiamo la facoltà di cambiare se davvero lo volessimo), parlo di chi ha malattie rare, di chi rimane paralizzato dopo un incidente ecc. Sono abbastanza convinta che attiriamo persone o situazioni che in qualche modo a livello inconscio stiamo chiamando a noi, ma possibile che si arrivi addirittura ad attirare il peggio del peggio? O dobbiamo più semplicemente rassegnarci e accettare il fatto che subentri comunque una percentuale di casualità nella vita di ciascuno?

Rispondi
Tragicomico 25 Agosto 2021 - 22:53

Le leggi universali sono diverse e ognuna è strettamente correlata con le altre. Ad esempio c’è anche la legge di compensazione, quindi succede, ad esempio, che per compensare qualcosa che hai ricevuto – si intende sempre in forma energetica – qualcosa ti viene tolto: la salute, un amore, un lavoro. E’ chiaro che quando qualcosa ci viene tolto tendiamo a soffrire, senza renderci conto della bellezza ricevuta, perchè nella sofferenza spesso e volentieri c’è una grande lezione di vita. E se questa non fosse l’unica vita, sai che “fortuna” quella lezione che ti resta aggrappata all’anima come una medaglia al merito?

Rispondi
Gianluca Passerini 21 Febbraio 2022 - 16:04

Ciao Ivan , ho scoperto da poco la legge di risonanza ed è un’esperienza meravigliosa , ho incontrato persone molto simili a me che mi hanno migliorato la vita , scoprendo loro ho scoperto il vero me , parlandoci ho spesso la straordinaria sensazione di specchiarmi nelle loro anime , loro dicono perché siamo fratelli di luce . Credo anche nella legge di compensazione , non ho conosciuto la mia possibile moglie e non avrò figli forse perché l’amore fraterno che loro donano a me e io a loro lo sostituisce , ma va benissimo così , ho capito che è ciò che desideravo da sempre .

Rispondi
Tragicomico 21 Febbraio 2022 - 19:25

Grazie Gianluca per queste tue parole, trovo la tua testimonianza come estremamente preziosa, a conferma che le leggi universali non fanno distinzioni, servono a regolamentare tutto il moto universale, compreso quello delle nostre anime. In fondo, non dimentichiamocelo, siamo energia. Un abbraccio

Rispondi
Gianluca Passerini 23 Febbraio 2022 - 23:18

Per gran parte della vita mi sono sentito spaesato , senza una strada da seguire , provavo un senso di vuoto , oggi ho trovato finalmente qiello che cercavo senza sapere cosa cercavo ed è vero , sento un’energia nuova e potentissima . Grazie a te che mi aiuti sempre a capire meglio me stesso , un abbraccio .

Bianca 7 Maggio 2024 - 15:32

Grazie per l articolo, conosco l argomento ma è utile sentirselo ripetere in modo così chiaro, convinto e con linguaggio divulgativo senza scadere nella sciattezza.
Mi chiedo perché mai “tragicomico”, i contenuti sono di altro senso e aspirazione

Rispondi
Tragicomico 7 Maggio 2024 - 16:07

Gentile Bianca, la ringrazio per essere passata a trovarmi e per aver apprezzato il mio scritto.
Riguardo al nome “tragicomico”, esso è da intendersi in relazione al sottotitolo che ho scelto, ovvero “per vedere oltre l’apparenza”. Il mio blog si rivolge a persone che non si fermano alle apparenze, che non giudicano un sito web basandosi solo sul suo nome (“ah, si trova su tragicomico.it, quindi non è credibile“).
In altre parole, il mio nome è un espediente che ho scelto anni fa per selezionare i lettori. Chi arriva sul mio blog e continua a leggere lo fa perché percepisce che c’è qualcosa di più profondo da scoprire, che va oltre la superficie delle cose.
Spero di aver soddisfatto la sua curiosità e di poterla annoverare tra le mie lettrici anche in futuro, magari anche dei miei libri.

Rispondi
Marika 24 Aprile 2024 - 21:40

Questo articolo scritto in modo così umilmente chiaro mi ha quasi commosso.
Penso che tutto parta dall’interno, da un sacrificio che deve essere fatto: quando mi curo, mangio bene, dormo bene, faccio esercizio, sono un sistema ordinato e pronto ad affrontare le sfide chr meravigliosamente vengono superate brillantemente. Non è facile restare sempre sul pezzo, quando mi ingozzo di cibo, quando sono stagnante, tutto intorno sembra spento ed immobile. Alcune situazioni che reputiamo ingiuste, ci portano però magari a conoscere persone d’oro che ci aiutano e verso cui si puo’provare un’attrazione magnetica e telepatica incredibili. Occorre dominare il proprio corpo e mente, la mente tende sempre a scappare, dominandola con il giusto ordine interno e del corpo e con qualche restrizione alimentare, ci si sente guerrieri e con una spaventosa energia. Grazie

Rispondi
Tragicomico 27 Aprile 2024 - 8:36

Grazie Marika, ho apprezzato molto le tue parole e mi fa piacere sapere che hai trovato conforto e ispirazione nel mio articolo. Le tue riflessioni cariche di gratitudine sono la ricompensa più grande per me e un forte incentivo per tutti a vivere la propria vita da padroni di sé stessi. Solo attraverso un’autentica volontà possiamo infatti entrare in risonanza con i nostri desideri più profondi e realizzarli. Un abbraccio!

Rispondi

Lascia un commento!

Articoli che ti potrebbero interessare