Home Scrivimi

Scrivimi

Tragicomico

Tragicomico è sempre pronto ad ascoltarti!

Non esitare a contattarmi per informazioni, approfondimenti e/o suggerimenti,  per esporre il tuo punto di vista o più semplicemente, per una chiacchierata tra amici 😉 .

 

26 comments

KARIN PRIYA MARSEGLIA 29 Settembre 2014 - 1:28

Ciao!
Ti scrivo per una chiacchierata fra amici…
Ho aperto anche io una Fan Page ed un’ora fa stavo creando il Post “Il Pensiero Positivo del Giorno…”, ero in un momento di stallo non riuscivo a trovare un’immagine adatta ed allora mi sono fermata ad ascoltarmi ed ho sentito di aver “necessità” di trovare sostegno, qualcuno sulla mia stessa lunghezza d’onda che mi spronasse ad andare avanti.
Ed ecco che arriva in soccorso il “caso”: appare una notifica di un gruppo, apro ed era stato pubblicato il tuo articolo sulla Legge del Sette…veramente adatto al mio sentire!
Grazie.
Da lì ho letto molti articoli sul tuo blog ed è nato sempre più il desiderio di scriverti e conoscerti ed eccomi qui.
Buonanotte ed ancora grazie.
Karin

Rispondi
tragicomico 29 Settembre 2014 - 9:29

Grazie Karin, sei stata molto gentile con i tuoi complimenti. È vero, l’esistenza ci aiuta sempre quando abbiamo bisogno, ci facilita tutto guidandoci con “messaggi” e “coincidenze”, basta saper sentire e vedere, come hai fatto tu. Ho visto la tua pagina Facebook, molto interessante, mi piace quello che fai, aiutare gli altri ad elevarsi e vivere più serenamente. Passerò a trovarti e a scriverti, grazie ancora per essere passata da qui!

Tragicomico

Rispondi
la settima sorella 26 Febbraio 2015 - 17:18

caro tragicomico vorrei chiederti gentilmente se posso prendere un tuo articolo e pubblicarlo sul mio sito ,chiedendo il tuo permesso se sia possibile e sempre che tu me lo permetta , vorrei dirti grazie per ogni tua decisione premetto anche che citerò la fonte da cui ho preso questo pezzo, ringraziandoti ti auguro un buon continuo Grazie

l’articolo è : La Solitudine Per Ritrovare Se Stessi

Rispondi
tragicomico 28 Febbraio 2015 - 0:31

Ciao gentilissima blogger, ti concedo il permesso di pubblicare un mio articolo citando la fonte 😉 !! Spero che sarà gradito anche ai tuoi lettori! Alla prossima 😉 !!

Rispondi
Carlo 22 Ottobre 2016 - 8:46

Anche io ho un blog e vorrei pubblicare col tuo permesso e citando la fonte l’articolo che riguarda l’effetto specchio e l’effetto risonanza. Grazie Tragicomico. I tuoi articoli sono meravigliosi. Carlo Mafera

Rispondi
tragicomico 1 Novembre 2016 - 19:05

Ciao Carlo, ti concedo il permesso e grazie per la divulgazione 😉 !!

Rispondi
Elena 18 Marzo 2015 - 10:09

Mi scusi il bisturbo, ma volevo fare due chiacchiere con lei! Da qualche mese ho scoperto il suo sito (sarà stato il caso? Ahaha) e ho iniziato ad informarmi su molte cose di cui avevo già sentito parlare dal mio professore di psicologia ( tipo le leggi dell’universo ) e niente… Volevo solo ringraziarla perché spiega in maniera molto semplice concetti che non sono così tanto semplici da “accettare” e soprattutto da applicare. Quindi sono felice di essermi ritrovata nel suo sito e spero che sempre più persone facciano un salto nel suo blog perché merita tantissimo. Inoltre volevo chiederle se usando ha tempo potesse postare dei post che hanno come argomento i messaggi subliminari perché ritengo che sia un argomento molto interessante. Passi una buona giornata 🙂

Rispondi
tragicomico 18 Marzo 2015 - 17:40

Salve Elena, la ringrazio per i complimenti, mi fa piacere che i miei scritti siano apprezzati da qualcuno, anche perché scrivo semplicemente per il piacere di farlo, per trasmettere agli altri ciò che l’universo ha voluto donarmi come “conoscenza”. Prendo l’appunto sui messaggi subliminali, e vedrò di trattare quanto prima l’argomento, promesso. Nell’attesa spero di averla ancora come lettrice di questo blog indipendente, e se vuole, può invitare sempre più amici per passare a leggere qualcosa… sono sicuro che potranno trarne beneficio. Le auguro una buona giornata!

Rispondi
Simon 25 Marzo 2015 - 15:10

Ciao tragicomico,inanzitutto complimenti per i tuoi post che sono molto interessanti ed allo stesso tempo piacevoli. Volevo farti una domanda. Conosce il personaggio Adam Kadmon(da me molto stimato)?? perchè vedo che su molti argomenti avete la stessa idea.
Grazie.

Rispondi
tragicomico 25 Marzo 2015 - 18:28

Grazie dei complimenti Simon, ho sentito parlare di Adam Kadmon, anche perchè la Tv la guardo relativamente poco. Siamo in tanti ad operare su tematiche più o meno “scottanti”, io preferisco il mio blog di nicchia attraverso il quale sono LIBERO di scrivere ciò che voglio, in altre parole, non devo dar conto a nessuno visto che non lavoro per nessuno se non per me stesso 😉 !!

Rispondi
Roberto S. 7 Aprile 2015 - 16:30

Più che dei servizi che non si ricevono ci si deve preoccupare delle tasse imposte con abusi di potere. Le tasse sulla proprietà secondo voi possono essere calcolate su un guadagno mai fatto? Cosa succede se vendo la mia proprietà tra molti anni alla metà del suo valore? Ho pagato per anni per un valore virtuale? E le tasse su qualsiasi cosa che svaluta sono secondo voi legittime? Esempio: tassa sull’automobile. Solo le tasse sui servizi sono legittime e solo le tasse su ciò che si è venduto sono legittime. Ci sono tasse addirittura sulle attrezzature che i commercianti hanno nelle attività, attrezzature calcolate come valore di proprietà. Dunque non sono state vendute e ci si paga le tasse. Quale suolo pubblico occupano? Quale servizio del governo sto utilizzando per mantenere le mie apparecchiature? Al massimo una tassa perchè il governo deve controllare se sono attrezzature in regola, dunque una tassa molto ridotta. L’automobile non utilizzata deve pagare un bollo? Assolutamente no perchè non utilizza i servizi stradali. Eppure è obbligatorio. C’è altro?

Rispondi
Alessandra 4 Settembre 2015 - 10:35

ciao e grazie per i tuoi articoli illminanti..vorrei chiederti un parere su una cosa:pochi giorni fa è scomparso wayne Dyer,grande maestro della motivazione.
Se tutto ciò che lui ha sempre sostenuto,predicato venduto…perchè 1)si è ammalato?2)se anche c’è una spiegazione a questo…perchè non è riuscito a guarirsi?é questo l’argomento di tutta la sua vita di scrittore e insegnante….
Questo avvenimento sta mettendo in dubbio tante cose che credevo vere….
grazie

Rispondi
tragicomico 4 Settembre 2015 - 22:14

Ciao Alessandra, grazie per essere passata da questo mio blog. Conosco sommariamente le opere e la vita Wayne Dyer e capisco il tuo “scetticismo” al riguardo. Ma ti assicuro che si tratta di una grande perdita per l’umanità, uno dei più grandi scrittori di spiritualità dell’età contemporanea, autore del capolavoro di psicologia “le vostre zone erronee” e di numerosi libri spirituali su meditazione, tao, legge di attrazione. Il discorso della malattia è più complesso di quanto uno possa immaginare. La nostra cultura, il nostro istinto animale, ci porta ad un’unica soluzione: guarire per sopravvivere ancora. Ma siamo sicuri che sia la scelta giusta? Oppure nella “sofferenza” ci può essere nascosto che quel messaggio di vita che l’esistenza ci vuol donare? Lo so, per noi occidentali, così attaccati alla materia come alle persone, tutto ciò pare inconcepibile. E la difficoltà deriva pure dal fatto che noi non sappiamo qual è il vero bene di una persona, quale percorso è richiesto per la purificazione della sua anima, quanto matura è la sua fede, qual è il disegno dell’Esistenza su di lei e su quanti stanno attorno a lei. Fossi in te, sarei più “preoccupata” se fosse morto, comunemente, di vecchiaia 😉 I grandi spiriti approdati su questo pianeta Terra hanno dato dimostrazione di come abbiano voluto (volutamente!) soffrire prima di andarsene. Ci sarà pur una ragione a tutto ciò 😉 !!

Rispondi
silvia 28 Gennaio 2016 - 11:29

La citazione di Aristotele sulla perfezione … da dove è tratta? Grazie x l’aiuto

Rispondi
tragicomico 29 Gennaio 2016 - 0:51

Ciao Silvia, credo di averla reperita sul web, ma la fonte precisa non me la ricordo, mi spiace!

Rispondi
Mary 1 Agosto 2016 - 2:21

Ah.. però! Cercavo il significato della parola “tragicomico”, oltre il suo aspetto immediatamente intuibile, ed eccomi giunta su questo blog! Ne ho letto la premessa e mi è molto piaciuta nella pirma parte, da me condivisibile in toto. Tu mi chiederai: “e poi..cos’è successo”? Beh, successivamente, scorrendo le righe finali, si è insinuato in me il dubbio che questi pensieri possano in realtà non essere poi così neutrali da dottrine e “matrizzazioni”. Però, spero di sbagliarmi e questo lo scoprirò solo leggendo. Mi piacciono le belle letture, ma, sopratutto, mi interessano quei pensieri che sono capaci di smuoverne altri. Vedremo. Intanto, ben letto/a!

Rispondi
tragicomico 1 Agosto 2016 - 19:26

Ciao Mary, innanzitutto grazie per essere passata dal mio blog (nulla accade per caso!) e per avermi scritto! Non do nulla per scontato, così come dico sempre che ogni informazione va verificata, sono il primo a dire che non bisogna credere ciecamente, ma “vedere” se un concetto è valido al di là delle semplici parole, se risuona con il nostro essere e via dicendo. Quindi tranquilla, se hai qualche critica da fare, sarò ben lieto di leggerti, il mio indirizzo e-mail è a tua disposizione. Buona lettura!

Rispondi
Mary 2 Agosto 2016 - 23:04

Gentilezza sopraffina. Grazie per l’accoglienza! Continuo a spulciare il tuo blog con piacere (anche perchè ogni cosa può arricchirci). 😉

Rispondi
Lorenzo 6 Gennaio 2017 - 15:37

Grandissimo non ho trovato ancora un articolo che non sia interessante .
Li leggerò tutti.
Sei un gigante .

Lorenzo

Rispondi
tragicomico 7 Gennaio 2017 - 17:59

Grazie per i complimenti Lorenzo, per me è un piacere averti come lettore! Mi auguro davvero che tutti i miei articoli siano interessanti per te e possano offrirti spunti interessanti per approfondire sempre di più la tua ricerca.

Tragicomico

Rispondi
Licia 29 Marzo 2017 - 22:54

Devo dirti solo grazie. Sei come un caro amico con il consiglio sempre al momento giusto.

Rispondi
tragicomico 30 Marzo 2017 - 19:40

Grazie per le tue belle parole, mi fa piacere sapere di essere “utile” con questo mio blog 😉

Rispondi
Jo 1 Aprile 2017 - 22:28

..mi piaci Tantissimo!! GRAZIE..

Rispondi
tragicomico 1 Aprile 2017 - 23:13

Grazie mille 😉 !!

Rispondi
Luke 11 Ottobre 2018 - 10:39

Ciao, ho letto degli articoli su consiglio di altri amici…in particolare “La finestra di Overton” e “I privilegi di un perfetto cittadino” e devo dire che sono articoli molto duri (nel senso buono), ovvero scrivi dei concetti che tutti sappiamo, che tutti o quasi conosciamo, ma che nessuno li accetta e quindi facciamo finta di nulla…quindi, ti domando questo e chiedo anticipatamente scusa a te e hai tuoi followers: cosa dovremmo fare? Iniziamo o ritorniamo ad essere tutti dei contadini? senza internet, telefono, macchina, ecc..e ci ritiriamo su una montagna con pecore e mucche? (non mi dispiacerebbe l’idea, “si stava meglio quando si stava peggio” mi dicono i miei vecchi a casa, quando con così poco ti divertivi e la vita non era uno stress). Chiedo perchè voglio capire, io mi sento la “Rana” che bolle costantemente nella pentola, ho degli obiettivi a medio e lungo termine che voglio centrare e realizzare (voglio fare dei viaggi, avere 2 figli, comprarmi una casa) cose che però non posso fare se non lavoro e guadagno dei soldi, quindi devo imparare ad accettare il sistema in cui sono, sperando che i politici che ci amministrano possano cambiare qualcosa…almeno che non scoppi una rivoluzione e tutto possa cambiare…bo, sennò facciamo la rivoluzione entriamo in guerra, saresti in prima fila con noi? Scusate ma tutti viviamo con il fratello scettico che da dentro ci fa pensare strane cose e mille dubbi. Tutto è relativo…

Rispondi
tragicomico 16 Ottobre 2018 - 12:54

Ciao Luke,
Grazie per avermi scritto e per aver avuto modo (e tempo!) di apprezzare alcuni miei articoli. Ma andiamo subito al sodo. È palese che stare nella società equivale a farne parte, con regole, doveri e adempimenti. Le pecore nere ci sono, ma il Sistema è talmente forte e coeso che può schiacciare chiunque come una formica. Non è con la forza o con la ribellione che si ottiene qualcosa. Io, quello che offro tramite i miei scritti, è semplicemente una presa di coscienza della situazione, una consapevolezza che, come dici tu, è dura da digerire, ma è giusto guardare la realtà in faccia. Poi ognuno è libero di intraprendere la strada che vuole o che desidera. C’è chi volontariamente preferisce essere schiavo. C’è chi tenta di vivere per metà dentro un Sistema e per metà fuori. C’è chi lascia tutto e va via, per ricominciare daccapo. C’è chi si riunisce con suoi simili e cerca, come dici tu, di fare la rivoluzione. Insomma, le strade non mancano, quello che manca, spesso, è la volontà di approfondire e successivamente di agire, manca un lavoro di introspezione per capire se ciò che vuoi è esattamente ciò che vuoi TU, o se ciò che vuoi, è ciò che il Sistema vuole per TE. Perché in fondo, tutto nasce da questo presupposto, che non è relativo, ma soggettivo.

Rispondi

Lascia un commento!