Home Tavola RotondaSpiritualità Il Coraggio Di Essere Diversi

Il Coraggio Di Essere Diversi

Tragicomico
3k letture

essere-diversiIl coraggio di essere diversi nasce nel momento in cui decidiamo di conoscere profondamente la nostra vera natura, quando impariamo ad essere vigili, attenti, osservatori di noi stessi, delle nostre azioni, delle nostre emozioni, dei nostri pensieri. In questo modo inizieremo a ripudiare quelle pulsioni di omologazione, ovvero rifiuteremo di fare ciò che fanno gli altri, di pensare ciò che pensano gli altri, di seguire le regole e i vari diktat imposti da questo Sistema nel quale siamo intrappolati. Un Sistema che ci vuole tutti simili, come una mandria di pecore. Il coraggio di essere diversi diventa così un vero atto d’indipendenza, una manifestazione del nostro lato “vero” rispetto ad una moltitudine di persone che s’incamminano inconsapevolmente verso il baratro.

Noi, troppo spesso, ci riteniamo “intelligenti”, pensiamo e siamo convinti di sapere sempre cosa dobbiamo fare, dove dobbiamo andare. In realtà, per essere diversi, bisogna trovare il coraggio di mettere da parte questa presunta intelligenza e di affidarci all’intelligenza del nostro corpo, del nostro sentire, della nostra Essenza. Se ci mettessimo in ascolto, se avessimo il coraggio di essere ricettivi, allora quest’intelligenza ci permetterebbe di capire cosa è positivo per noi stessi, cosa è giusto e cosa è sbagliato, e ci avvertirebbe con segnali e sensazioni che ci aiuterebbero a decifrare le situazioni che costantemente ci troviamo davanti.

“Corriamo a riprenderci la nostra verità, quella che non può essere scalfita dall’esterno, perché riposa dentro.
Facciamo silenzio, attorno e dentro di noi, perché senza silenzio non potremo sentire, e se non sentiremo
non saremo in grado di setacciare questa massa indistinta di scimmie bercianti che ci saltellano nella mente,
distinguere tra il vero e il falso, tra l’ospite invitato e quello indesiderato.”
(Dal mio libroLa cattiva abitudine di essere infelici“)

La maggior parte delle persone non riesce a sfruttare questa intelligenza perché sono costantemente occupate nel pensiero, nelle costruzioni mentali, e tendono così ad ignorare segnali e sensazioni, anzi vi entrano in conflitto, ossia la loro mente vuole qualcosa ma il loro corpo “sente” qualcosa di diverso.

Per essere diversi bisogna fare delle scelte, non si può continuare la solita vita abitudinaria, altrimenti non c’è cambio di direzione. Scegliere cosa ci fa stare bene, cosa ci corrisponde, cosa esalta i nostri talenti. Tutto questo può dare una sterzata alla nostra vita. Detta così, può sembrare semplice, ma vi assicuro che non lo è. Per arrivare a scegliere, bisogna prima decidere di abbandonare, di mettere da parte, o meglio, di eliminare tutto ciò che finora ci ha bloccati nel processo evolutivo. Abbandonare le emozioni negative, lo stress, le ansie, le paure. Solo in questo modo possiamo realmente mirare ad essere diversi.

Per arrivarci è fondamentale l’autosservazione costante, tenendo conto che abbiamo tanti livelli diversi di espressione: corporeo, mentale, ma anche un “sentire” molto più raffinato, una “sapienza” profonda che sa cosa siamo venuti a fare qui sulla Terra e che ci permette d’individuare i segni attraverso le coincidenze, i sogni, gli incontri e le nostre metamorfosi.

Questa è la strada per ambire ad essere diversi, ci vuole coraggio per percorrerla, perché significa abbandonare i vecchi modi di pensare e di vedere la realtà oltre l’illusione. Una strada regale, eterna, dalla quale non si può prescindere se si è alla ricerca della propria vera esistenza, di se stessi.

Tragicomico

Smiley face

Lascia un commento!

Articoli che ti potrebbero interessare