Home Salotto LetterarioAttualità Sardegna: Ennesimo Disastro Annunciato

Sardegna: Ennesimo Disastro Annunciato

Tragicomico
799 letture

Si poteva evitare il disastro che ha colpito in questi giorni la regione Sardegna? Sì, si poteva evitare, così come si potevano evitare la maggior parte dei disastri che negli ultimi anni sconvolgono l’Italia.

sardegna-disastro-maltempoCome ad ogni fatto accaduto, sembra essere norma abituale la disputa sulla trasmissione e la ricezione dell’allerta lanciata dalla protezione civile, in questo caso sulla Sardegna. Ma il vero problema non riguarda certo l’allerta tempestiva o meno, che può essere d’aiuto certo, può alleviare ‘il colpo’; ma i disastri non si evitano con la protezione civile, bensì con una corretta politica del territorio, attuata a norma dell’ambiente e a protezione dei cittadini.

La protezione civile non è la causa, anzi è il dipartimento che in genere interviene a fatto accaduto. Chi deve evitare i disastri, come quello avvenuto in questi giorni in Sardegna, sono coloro che amministrano il territorio.

In Italia purtroppo, è ampiamente dimostrato che lo fanno in pochi, altrimenti non si spiega come mai siamo in Europa il paese che frana di più fra tutti. Sempre l’Italia ha la più alta percentuale di aree a rischio ‘dissesto idrogeologico’ e soprattutto è il paese che spende meno nella tutela del territorio.

Quindi ‘la verità’ possiamo scoprirla da soli: basta vedere le condizioni in cui versano fiumi e torrenti, quante case e persino scuole sono state costruite negli alvei prosciugati dei corsi d’acqua. O peggio, si possono contare i progetti abusivi realizzati a tempo di record (altro che Salerno-Reggio Calabria!) in zone vietate, che nessuno naturalmente ha il coraggio di abbattere. Si possono contare gli alberi che si tagliano e la vegetazione che si brucia, per far posto alla urbanizzazione.

I disastri provengono proprio da queste disattenzioni e mancanza di rispetto verso la natura, spesso volontari. Gli altri volontarie, quelli che indossano la divisa della protezione civile, già fanno un immenso lavoro per salvare il salvabile. Purtroppo però, di territorio salvabile ne resta sempre meno, stiamo andando incontro ad anni di disastri annunciati.
Chi non riesce a vedere oltre l’apparenza, non se ne rende conto, ma il clima è cambiato sul serio, e noi siamo stati colti di sorpresa!

Tragicomico

Smiley face

Lascia un commento!

Articoli che ti potrebbero interessare