Home Salotto LetterarioPolitica Renzi E Berlusconi In Sintonia, La Comica Continua!

Renzi E Berlusconi In Sintonia, La Comica Continua!

Tragicomico
1.119 lettori

renzi.berlusconi.caricaturaRenzi: “C’è una profonda sintonia con Forza Italia”, bastano queste poche parole per mettere in risalto tutta la comicità della politica italiana attuale (nonché quella recente!), un dejà vu di situazioni paradossali che solo una mente intelligente, come quella della sinistra italiana, poteva ideare. Purtroppo non siamo in un film horror, ma questa è la cruda realtà della nostra situazione politica, dove l’horror è rappresentato da un rottamatore che resuscita una mummia.

Come possa esserci profonda sintonia con un pregiudicato, che ha attaccato e continua ad attaccare la sinistra italiana, è davvero fuori da ogni regola. Io che sono apolitico, e osservo la situazione dal di fuori, mi rendo conto di come questi politici in realtà indossino i panni dei comici (altro che Grillo!), che altro non fanno che recitare la tragicommedia italiana.

La scusa per giustificare il tutto, è sempre la solita: “lo facciamo per il bene del paese”, ma è ora che qualcuno gli dica che questo paese non vede del bene da almeno 30 anni. Ma la cosa che mi procura maggior desolazione è vedere gli italiani abboccare a queste scene teatrali, convinti che loro stanno facendo sul serio, che sono realmente capaci di fare i politici e che quindi…meritano di essere votati in campagna elettorale.
La paradossale ‘profonda sintonia’ che un pregiudicato possa ancora decidere le sorti del Paese attraverso una nuova legge elettorale, voi la chiamate sintonia? Io la chiamerei allucinazione, perversione, ma non certo sintonia.

In tutta onestà, non m’interessa parlare di cosa si siano detti Renzi e Berlusconi, perché a questo punto, non ha nessuna valenza! Una persona sana di mente, non crede ad una sola parola di ciò che è stato detto tra il rottamatore e la mummia nelle camere segrete del PD, anche perché le sorti del Paese semmai si decidono (e si discutono) in Parlamento, non certo nella casa del PD.

Questa nazione sta sprofondando negli abissi ogni giorno di più, e qui ci sono persone che ancora pensano ai giochetti di potere, agli inciuci e chi più ne ha più ne metta. Un persona che dovrebbe stare in carcere, viene invece invitata nella sede del PD a formulare assieme a Renzi il nuovo complotto contro chi potrebbe far tremare le loro poltrone. Ma Renzi non doveva essere il rottamatore?

Questa è gente che andrebbe cacciata a calci nel sedere, già da domani… ma invece viviamo in un Paese di creduloni e di allocconi, che ancora credono, difendono e votano queste persone, manco fossero la reincarnazione di Gandhi (perdonami Mahatma!). Eppure operano alla luce del sole, l’evidenza è sotto gli occhi di tutti, ma come disse C.G.Jung: “Lodare e predicare la luce non serve a nulla, se non c’è nessuno che possa vederla. Sarebbe invece necessario insegnare all’uomo l’arte di vedere.

Cari italiani, questa non è più una democrazia e non possiamo nemmeno più chiamarla libertà, questa è schiavitù e neanche troppo mascherata.

Tragicomico

Smiley face

Lascia un commento!

Articoli che ti potrebbero interessare