Home Salotto LetterarioRecensioni Libri Psicomagia (Una Terapia Panica) – Alejandro Jodorowsky (Recensione)

Psicomagia (Una Terapia Panica) – Alejandro Jodorowsky (Recensione)

Tragicomico
2k letture

psicomagia-jodorowsky-recensione-tragicomicoPsicomagia” è il libro di Alejandro Jodorowsky strutturato nella forma di una lunga e avvincente intervista fatta dapprima dall’amico Gilles Farcet e, successivamente, nella nuova versione, anche da Javier Esteban. Interviste che servono per chiarire cosa si intende per Psicomagia, come viene applicata e quali sono gli effetti di questa forma artistica di psicoterapia inventata e realizzata proprio da Jodorowsky.

Alejandro Jodorowsky, chiamato anche semplicemente “Jodo”, non è solo un artista eclettico, ma anche un autore teatrale, regista cinematografico, un grande interprete dei tarocchi e, per l’appunto, iniziatore della Psicomagia. Possiamo considerarlo un fine conoscitore dell’animo umano e dell’inconscio. Un mix di varie conoscenze esoteriche come quelle propinate da Gurdjieff e Castaneda (spesso citati nei suoi libri) ma anche un esperto navigatore tra psicoanalisi junghiana e sciamanesimo sudamericano.

La Psicomagia da lui proposta, consiste nel mettere in pratica degli atti psicomagici. Ossia un’azione concreta, efficace, in grado di scardinare abitudini e automatismi che ci hanno indotto a reprimere la nostra parte creativa. Per tale motivo, l‘atto psicomagico diventa il mezzo per trasformare la consapevolezza conscia in un comando dato all’inconscio, mediante un simbolismo astratto, spesso irrazionale, ma che appartiene al linguaggio del nostro inconscio. Così come succede nello sciamanesimo, anche nella Psicomagia il psicomago prescrive un rito (un atto) che usa il linguaggio simbolico dell’inconscio per comunicare direttamente con esso, oltrepassando così le censure e le resistenze della nostra parte conscia che spesso “non vuole guarire”, per essere e restare vittima.

Quindi, come possiamo cercare di invertire la rotta delle nostre paure, risolvere i nodi del nostro malessere, e sfondare i muri dei nostri incubi? Agendo, risponde Alejandro Jodorowsky, e si può agire solo compiendo un atto paradossale, non ordinario, che possa scuotere l’immobilità patologica di cui siamo prigionieri. Un atto, quello psicomagico, dettato dalla voce dell’inconscio e tradotto nella surreale poesia di una quotidianità trasgressiva e onirica.

Questa è la Psicomagia e questo è Alejandro Jodorowsky. Il pioniere di una terapia panica che non cerca solo di guarire ma anche di insegnare alla gente come essere felici, nonostante tutto. All’interno di questo libro troverete una serie cospicua di testimonianze e di soluzioni “psicomagiche” proposte dall’autore ai suoi pazienti, atti estremamente originali e quasi sempre al confine con la razionalità, a cavallo fra il magico e il reale.

Per risolvere un problema non basta identificarlo.
Non serve a niente essere consapevoli se non si passa all’azione.

Alejandro Jodorowsky – “Psicomagia

Voto: 8
Note: Terapeutico, Spirituale, Teatrale

Tragicomico

Smiley face

Lascia un commento!

Articoli che ti potrebbero interessare