Home Salotto LetterarioRecensioni Libri Incontri Con Uomini Straordinari – Georges I. Gurdjieff (Recensione)

Incontri Con Uomini Straordinari – Georges I. Gurdjieff (Recensione)

Tragicomico
2k letture

incontri-con-uomini-straordinari“Incontri Con Uomini Straordinari” è un libro autobiografico del maestro armeno G.I.Gurdjieff, nel quale egli ci racconta come viaggiando intensamente ed instancabilmente attraverso l’Asia, il Tibet, l’Egitto fino ad arrivare nella confraternita Sarmoung, ebbe numerosi incontri con persone straordinarie dalle quali è riuscito a trarre insegnamenti, spunti di riflessione, com’anche l’apprendimento degli esercizi di ricordo di sé e le danze sacre. Nell’introduzione Gurdjieff scrive: “In questi racconti vorrei esporre, secondo un principio di successione logica, tutte le idee che avevo intenzione di far conoscere in questa serie delle mie opere, perché servano come materiale preparatorio costruttivo”.

Un libro introduttivo per capire e comprendere le altre opere di Gurdjieff, ben più difficili e scritte in maniera più profonda. Proprio per allenare il lettore, anche in questo libro l’autore “nasconde” attraverso la narrazione prolissa parti molto interessanti che non saltano subito all’occhio la prima volta. Ma questa è una tecnica a firma di Gurdjieff, il quale richiede sempre la massima presenza di chi sta leggendo o ascoltando le sue opere. Un testo che come gli altri, rappresenta un vero insegnamento di vita, un manuale-romanzo da cui attingere per allargare la nostra visione della realtà e per dare nuova linfa al nostro Io interiore sopito e sopraffatto dalla meccanicità richiesta dalla società contemporanea.

Leggendo tra le righe di questo testo autobiografico, arricchito con spunti fantasiosi, non si può non esser rapiti dalla profondità di questo personaggio che ha portato nuova luce all’occidente e all’animo umano intero. Ed è proprio grazie ai suoi incontri, alle figure di primaria importanza nella sua infanzia, che diventa anch’egli un essere straordinario, così come li descrive nella parte finale dell’introduzione: “Dal mio punto di vista, può venire chiamato straordinario soltanto l’uomo che si distingua da quelli che lo circondano per le risorse del suo spirito e che sappia contenere le manifestazioni provenienti dalla propria natura, pur mostrandosi giusto e indulgente verso le debolezze altrui.

Incontri con uomini straordinari” attraverso le dottrine e le filosofie orientali esposte, sottopone il lettore occidentale ad una serie di shock e paradossi che possono orientarlo verso quel Risveglio a cui ambiscono tutti i seguaci delle scuole di Gurdjieff e della Quarta Via. Un percorso che ci conduce per mano attraverso il qui e ora, fino ad arrivare a toccare l’essenza della nostra anima.

Voto: 8,5
Note: Filosofico, Riflessivo, Spirituale

Tragicomico

Smiley face

Lascia un commento!

Articoli che ti potrebbero interessare