Home Tavola RotondaSpiritualità Creare Una Nuova Realtà

Creare Una Nuova Realtà

Tragicomico
2k letture

creare-una-nuova-realtàLa concezione del vivere quotidiano va oltre le apparenze. Creare una nuova realtà, ovvero un nuovo mondo interiore ed esteriore, è la nuova frontiera per tanti appassionati di materie esoteriche come l’alchimia e la magia. Qualità come “sentire” e “creare” sono diventati ormai fattori di studio e di intuizione continua. Lì dove il pensiero intuitivo si concretizza, diviene importante comprendere la via che l’ha portato a concretizzare.
Studiando infatti il percorso, con la mente intuitiva e con il cuore aperto, si arriva a comprendere che, sempre più, si apre per l’uomo la possibilità di trasformare se stesso interiormente, così come anche la materia esterna, a conferma della “legge dello specchio” che ci ricorda come l’esterno è in realtà interno. Le prime volte che esercitiamo i nostri “poteri”, riflettendoli sul mondo esterno, ci pare tutto così strano, ci sembra una magia, una coincidenza strana, una fatto prodotto dal caso ma che non dipende da noi. Ma non è così.

In realtà noi possiamo realizzare, in quanto esseri divini di emanazione divina, ciò che la divinità ha ed è. Volontà e fede sono essenziali per sfruttare questi “poteri” ed iniziare a creare la nuova realtà, modificandola per uscire dal ciclo dell’illusione e della dualità, che il Pianeta Terra ci fornisce per mezzo della materia, è andare così oltre. Modificare se stessi è un atto di presenza continua nella nostra realtà quotidiana, dove l’esperienza che noi attiriamo per via della “legge di risonanza” fa sì che entriamo in contatto con azioni che coinvolgono la nostra capacità di intuire e di comprendere che la nostra vita è ciò che noi creiamo man mano che si sviluppa questa realtà.

Poiché la mancanza di fede nel cambiamento è sempre dettata da qualche paura, a questo punto dobbiamo affrontare tali paure, ma con serenità e calma, per non produrre in noi senso di frustrazione, che sarebbe nocivo al processo di evoluzione che continuamente viviamo, in quanto si riverserebbe all’esterno, tornando pericolosamente indietro come un boomerang. La pace e l’armonia sono essenziali per poter comprendere la via da scegliere e da seguire affinché nasca, quasi in sordina, un piccolo “rifugio” dentro di noi che ci faccia sentire che stiamo diventando forti e nessuno potrà mai separarci da noi stessi.

Questa forza, crescendo con i suoi alti e bassi, prenderà sempre più piede ed un po’ alla volta ci accorgeremo di essere entrati in un porto sicuro dal quale possiamo osservare quietamente la realtà. Questo è il punto di partenza per cominciare a costruire il nostro Paradiso Terrestre, per entrare in quello che i cristiani chiamano Regno dei Cieli. Quando saremo arrivati a comprendere ciò e ad attuarlo, trasmetteremo nei piani sottili e nell’etere questa nostra forza, che diventa potere creativo dell’amore che ha pervaso il nostro Essere, ed entreremo a contatto con l’antica divinità che è sempre stata in noi e che comincerà a creare i miracoli, espandendo la sua vibrazione verso tutti gli altri esseri che si sentono ancora addormentati. Diventeremo “operatori di luce”, affinché il risveglio spirituale possa espandersi su tutta l’umanità.

salita-cielo-spiritualeChi può demolire la fede? Chi può cancellare la felicità? Gli uomini ci hanno provato, in ogni epoca; ma non vi sono riusciti. Felicità e fede sono inerenti all’universo. Nella crescita v’è dolore e lotta; nel conseguimento vi sono felicità ed esuberanza; nell’adempimento vi sono pace e serenità. Tra i piani e le sfere dell’esistenza esistono scale a pioli e tralicci. Colui che sale canta. È inebriato ed esaltato da visuali che si dispiegano. Ascende con piglio sicuro, pensando non a ciò che si trova in basso, ma a ciò che si trova più avanti. Tutto si trova più avanti. Il cammino è senza fine, e quanto più oltre ci spinge, tanto più la strada si apre.” H.Miller

Tragicomico

Smiley face

Lascia un commento!

Articoli che ti potrebbero interessare