Home Salotto LetterarioPolitica Combattere La Corruzione In Italia Con Un Disegno Di Legge? Roba da PD!

Combattere La Corruzione In Italia Con Un Disegno Di Legge? Roba da PD!

Tragicomico
44 lettori

renzi-pd-combattere-la-corruzione-in-italiaSuppongo che bisogna essere dei veri geni per pensare di poter combattere la corruzione in Italia con un misero disegno di legge. Eppure è proprio ciò che hanno pensato (sarebbe meglio dire “architettato”) Renzi & co. al riguardo di casi di corruzione come quello di Mafia Capitale. Un disegno di legge che prevede un’estensione della pena minima da quattro a sei anni, estensione della massima da otto a dieci, e impossibilità di patteggiare se prima non si restituisce il maltolto. Roba da statisti veri, roba da PD! Oltretutto sono stati ben attenti a proporre un disegno di legge, anziché un decreto legge che sarebbe subito legge, perché come dice lo stesso premier “sulle materie penali non si va per decreto”. Per il demansionamento dei lavoratori però, il decreto è stato fatto. Vai a capirli questi geni! Voi ve lo immaginate il tizio che decide di non farsi corrompere solo perché rischia sei anni invece di quattro, o dieci invece di otto? Restituire il malloppo per poter patteggiare è una soluzione plateale, in qualsiasi paese del mondo devi restituire quello che rubi, tranne che in Italia. Sì miei cari lettori, perché prima uno poteva addirittura tenerseli i soldi. Ma come ho già detto, non è un provvedimento, ma un semplice disegno di legge, , dunque probabilmente non arriverà mai all’approvazione o ci arriverà stravolto e annacquato, come spesso è avvenuto in Italia.

corruzione-italiana-mafia-capitaleIn un Paese devo vi sono mille problemi, e quello della corruzione è uno dei più seri, ci dobbiamo sorbire pure la presa per il culo da Renzi & co. In quanto, si dimostra la palese mancanza di intenzione di risolvere il problema alla radice, si preferisce farlo in maniera fittizia, con misure farlocche buone soltanto per riempirsi la bocca e parlare ai pecoroni che ancora votano questi pseudo-politici. Purtroppo il voto di scambio in questo Paese è un’arma troppo importante, a tutti i livelli, e nessuno ha il vero interessa di porre fine al sistema corruttivo. Il fenomeno della corruzione in Italia è un costume, è un abito, buona parte degli italiani ce l’ha cucito addosso. Pensate a tutti quelli che hanno dato il voto per gli 80 euro, ebbene, sono gli stessi che truccherebbero un appalto: è l’anima italiana, è il nostro DNA. Fa parte della forma mentis italica, la corruzione in Italia difficilmente potrà essere debellata, o anche solo attenuata, con la sola forza della legge penale che, peraltro, in più occasioni ha dimostrato di essere del tutto inefficiente. Non è certo con la “confisca allargata” o con l’inasprimento delle pene di un paio d’anni, che si può combattere questo cancro italico.

essere-onestiA mio avviso, l’unico modo di risolvere il problema della corruzione, è quello di formare una cittadinanza che tenda verso l’onestà, la denuncia, la trasparenza, la meritocrazia. Ma di fatto in questo Paese i cittadini si formano mediante sistemi proposti dall’élite del potere, il quale non ha alcun interesse a formare le persone ad avere un’attitudine onesta e trasparente. Per cui, di fatto, siamo all’interno di un vero e proprio circolo vizioso. Pensare che la spinta al cambiamento parta dal basso e sia efficacie è pura utopia in questo Paese e con questo Sistema repressivo.
Per cui, credo che alla fine più che il risultato generale, se dobbiamo trovare un qualche cosa di positivo, dobbiamo guardare alla nostra vita personale e capire che la soddisfazione ottenuta con la propria onestà, a tutti i livelli, è di gran lunga superiore a qualsiasi facile guadagno di natura materiale. Sono ben felice di essere un onesto “povero”, o perlomeno, povero nel modo in cui il mondo valuta la ricchezza.

La corruzione è una nemica della Repubblica. E i corrotti devono essere colpiti senza nessuna attenuante, senza nessuna pietà. E dare la solidarietà, per ragioni di amicizia o di partito, significa diventare complici di questi corrotti.Sandro Pertini

Tragicomico

Libri consigliati **NOVEMBRE 2019**

Lascia un commento!

Articoli che ti potrebbero interessare