Il Mistero Del Serpent Mound

serpent_mound_misteroIl Serpent Mound, ora zona protetta dall’organizzazione no-profit Ohio Historical Society, è certamente uno dei più impressionanti e misteriosi tumuli del Nord-America. Un massiccio serpente, lungo più di 300metri, conferisce ad una cresta erbosa che sovrasta il fiume Brush Creek, nell’Ohio, una particolare atmosfera di mistero e di magia primitiva. Questo tumulo è stato costruito parecchi secoli fa, scaricando cesti di terra all’interno del contorno del serpente, disegnato con delle pietre o per mezzo di una mistura di cenere e argilla. La parte diciamo “inquietante” deriva dal fatto che il serpente ha la bocca spalancata, come se stesse per inghiottire qualcosa; secondo alcuni sembra in procinto di inghiottire un uovo, secondo un’altra teoria, starebbe attaccando simbolicmante il sole. Il Grande Serpente non è l’unica opera di questo genere, infatti è soltanto uno dei migliaia di terrapieni, di varie forme e dimensioni, che sono stati costruiti dagli antenati degli Indiani del Nord-America. Ma sicuramente è l’opera di maggior spessore e richiamo per studiosi, curiosi e turisti.

disegno-serpent-moundIl Serpent Mound fu studiato per la prima volta nel 1846 dal giornalista ed archeologo statunitense Ephraim Squire, insieme al fisico Edwin Davis, ed in seguito collaborarono anche alla stesura del libro “Ancient Monuments of the Mississippi Valley”, edito nel 1848. Il lavoro fu una pietra miliare della ricerca scientifica statunitense, lo studio di una popolazione preistorica costruttrice di tumuli dell’America settentrionale. Ma torniamo al mistero del Serpent Mound. I due effettuarono precise misurazioni del sito, ma non furono in grado di stabilire chi lo avesse costruito, o quando. In effetti, questi enigmatici tumuli avevano sconcertato i coloni bianchi fin da quando vi si erano imbattuti per la prima volta, nel XVIII secolo. Secondo l’opinione corrente infatti, erano troppo sofisticati per essere opera degli Indiani, che venivano considerati dalla maggior parte della popolazione di allora come dei semplici “selvaggi”.

Questa convinzione era ulteriormente rafforzata dalla raffinatezza dei corredi funebri scoperti in alcuni tumuli sepolcrali; perle di fiume, punte di lancia in ossidiana, specchi di mica, pietre scolpite, pipe intagliate e coppe di conchiglie. Purtroppo i preconcetti come anche i pregiudizi, sono sempre esistiti, in ogni Era e in ogni posto! Quindi per cercare di spiegare i tumuli furono elaborate le più svariate e fantasiose teorie. Alcuni, per esempio, suggerirono che gli Egizi, i Vichinghi, o addirittura le tribù perdute di Israele, fossero emigrati ne Nuovo Mondo in un qualche momento del passato. Solo verso la fine del 1800 venne generalmente ammesso che gli antichi terrapieni erano stati costruiti dagli Indiani americani.

Serpent-Mound-CartelloIl serpente, inteso come animale simbolico, ha sempre avuto un ruolo di rilievo nella mitologia e nella religione dei popoli di tutto il mondo, dagli antichi greci agli Aborigeni australiani. Per gli Indiani del Nord-America, il serpente era un simbolo potente: i Cherokee, ad esempio, adoravano il serpente a sonagli, che i Mohicani e i Delaware ritenevano uno spirito guardiano inviato dagli dei. Probabilmente la chiave del significato del Serpent Mound si trova nelle antiche tradizioni indiane, quel popolo perseguitato e sterminato dagli invasori coloniali. Qualunque sia il suo significato, il grande serpente dell’Ohio è un’opera di straordinaria bellezza ed è stato inserito nei siti dell’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità. Per migliaia di persone che ogni anno si recano ad ammirarlo, il suo “corpo” sinuoso, enorme ma aggraziato, in cui l’immobilità esalta il dinamismo delle spire, rimane un ricordo indelebile.

Il Grande Serpente è probabilmente il tumulo più straordinario finora scoperto in America.Ephraim Squire

Tragicomico

Sostieni il progetto tragicomico.it con una donazione libera e spontanea.
Un piccolo gesto per un grande aiuto!
GRAZIE di cuore.