L’Ipnosi Di Massa E La Cultura Dello Sballo

ipnosi di massaOgni giorno, in maniera inconsapevole, subiamo quella che possiamo tranquillamente definire “una ipnosi di massa”, ossia una vera e propria programmazione mentale proveniente dall’esterno, da quella che è la Matrix in cui viviamo, con lo scopo di mutare e orientare le nostre scelte, i nostri gusti, le nostre opinioni e dettare le varie tendenze. E proprio al riguardo delle tendenze c’è quella che io chiamo “la cultura dello sballo”, che colpisce maggiormente le persone che non hanno ancora raggiunto uno stadio sufficiente di maturità, come gli adolescenti e i giovanissimi. Se quest’estate vi siete recati in qualche posto di tendenza dal punto di vista del turismo giovanile, allora saprete perfettamente di cosa sto parlando. Se abbiniamo l’ipnosi di massa con la cultura dello sballo, possiamo renderci conto del perché queste nuove generazioni siano state rese vulnerabili, incerte, senza punti di riferimento e soprattutto dedite ai falsi miti del consumo, del divertimento, del godimento ad ogni costo e delle droghe.

Non ci si deve quindi meravigliare se le nuove generazioni sono spesso in preda a deliri di “sesso, alcool e droga”, visto che tutto ciò non è altro che la conseguenza di quei miti imposti dalla manipolazione delle menti. Problemi che si erano instaurati anche nelle precedenti generazioni, ma che ora sono ancora più accentuati, e da buoni “cercatori di verità” bisognerebbe mettersi alla ricerca di quelle che sono le vere cause dei fenomeni che hanno dato vita alla “cultura dello sballo” insinuatasi nella mente di molti giovani (e non solo!). Queste cause bisogna sicuramente ricercarle nei fattori che hanno determinato il nefasto condizionamento mentale, e mi pare facile rilevare che, quanto più le persone si trovano immerse in quella che antropologicamente viene chiamata “coscienza collettiva” (della massa), tanto più risultano influenzabili e manipolabili, ovvero dipendono da una fonte autoritaria esterna come, per l’appunto, la società in cui vivono.

Accade che ogni messaggio proveniente da questa nebulosa chiamata società, attraverso i suoi maggiori canali di informazione e disinformazione, è calcolato in modo da trasmutare la massa “umana” verso una sorta di gregge privo di volontà e indipendenza, un gregge capace solamente di rispondere in maniera automatica ai messaggi scoperti o velati, che provengono dall’esterno, da quella che è la fonte del controllo mentale. Altro che “democrazia” quindi, il condizionamento mentale delle masse è funzione appartenente a forme di sistemi autoritari, lì dove il controllo politico si unisce al controllo sociale.

lavaggio-del-cervelloViviamo in un sistema in cui i cosiddetti processi mentali vengono imposti fin dal primo apprendimento nelle scuole primarie, è lì che avviene il vero e proprio lavaggio del cervello, è lì che il conformismo prende piede in ognuno di noi. Quando poi dalle scuole si arriva ad uno stadio di maturità apparente, convinti di possedere così libero arbitrio, si è raggiunto in verità uno stato di coscienza tale, dell’esistenza e dell’evoluzione mentale, in cui si resta prigionieri di un sistema sottile e invisibile, perverso, fatto di verità soltanto percepibili ma delle quali non si ha conoscenza, di mitologie imposte ed il loro contrario, il tutto sotto l’influenza dei media, della scuola, delle forme di comunicazione ricevute. È così che la cultura dello sballo prende piede in questa società.
È chiaro come gli individui più giovani, poco tutelati dalle proprie famiglie e freschi di lavaggio del cervello, si ritrovano a volte con un normale quoziente di intelligenza, ma il più delle volte hanno una scarsa cultura e poco senso critico, proprio a causa di quell’educazione scolastica imposta dall’alto che è molto limitante. Ed è così che possono diventare prigionieri della loro stessa mente, facili prede dell’ipnosi di massa. I giovani di oggi immaginano la felicità come un qualcosa che si trova all’interno dei confini mentali che sono stati loro imposti, senza mai avvicinarsi alla libertà di decidere, quella che appunto viene chiamata “libero arbitrio”.

Pertanto ogni scelta diventa impossibile, quando tutte le “scelte” sono già imposte dal sistema, e sono proprio queste stesse opzioni a guidare verso la sottomissione ai messaggi che provengono dall’esterno. Ma attenzione, non pensate che il controllo sociale avvenga con chissà quali mezzi, il più delle volte avviene attraverso quei mezzi che noi adoperiamo quotidianamente: giornali, internet, pubblicità, media ci bombardano di suoni, sensazioni, colori, voci, messaggi subliminali con il fine di ipnotizzarci. Politica, neuro marketing, seo, terrorismo, discoteche, economia generano virus che penetrano profondamente nel nostro sistema operativo cerebrale generando una vera e propria ipnosi di massa, che possiamo definire come un sistema ben architettato volto alla modifica del comportamento e di dominio assoluto della mente.

cultura dello sballoDel resto è risaputo come le persone comuni, e ancor più i giovani, credono a qualsiasi cosa venga loro ripetuta abbastanza spesso, per tale motivo è piuttosto semplice per gli “ipnotizzatori” architettare un qualsiasi espediente che serva loro per raggiungere gli scopi prefissati. È così infatti che vengono lanciate mode e tendenze, che vengono imposti canoni di bellezza e decisi gli standard economici da raggiungere. Chi è sotto ipnosi, ovviamente, non rendendosi bene conto di ciò che fa, agisce contro il suo stesso interesse e dissipa le sue energie fisiche e mentali inseguendo miti e status imposti dall’esterno. Una folle corsa, sotto ipnosi, o se preferite, in condizioni di comportamento modificato, che porta i giovani di oggi a rincorrere quella cultura dello sballo che procura ulteriori danni celebrali e a volte anche la morte.

Questo per concludere e per dire come i giovani di oggi corrono dei seri pericoli ed è innegabile che la situazione è alquanto grave ma non del tutto compromessa se tutti noi, giovani e non, riprenderemo a pensare con la nostra testa, ben consapevoli dell’esistenza di queste manipolazioni di massa. Da sempre, l’essere umano si è attivato per la soluzione di un problema nel momento in cui prende consapevolezza del problema stesso e per questo è importante parlarne con i giovani, affinché possano attuare in tempo alcune soluzioni, come l’avvicinamento al mondo della cultura, della ricerca personale, della crescita interiore, in modo che la libertà personale non sia più soltanto un miraggio ma qualcosa di concreto, di vissuto. Nessuno infatti, potrà alienare i nostri cervelli con l’ipnosi di massa se alleneremo i nostri sensi a “vedere” oltre l’apparenza, nella piena consapevolezza che “niente è come appare”!

“Che origine ha il tuo passato? Ti è stato tramandato dai tuoi genitori, dal tuo sistema educativo, dai tuoi leader religiosi, dai tuoi testi sacri. Ma ti è stato consegnato; non è frutto della tua ricerca, della tua esperienza. E tutto ciò che non è tua esperienza è semplicemente un peso che ti impedisce di volare nel cielo sconfinato, verso le stelle. Ogni generazione continua a dare le proprie malattie alle nuove generazioni. La chiamano saggezza ma ciò che era saggio ieri, oggi non è altro che stupidità. Ogni generazione continua a tramandare la propria follia alla generazione successiva. La follia ha continuato ad accumularsi, ed è per questo che l’uomo è caduto sempre più in basso. Per secoli non abbiamo fatto altro che apportare miglioramenti alla pazzia che ci viene tramandata. E abbiamo usato belle parole per descrivere quella pazzia, per cercare di mascherare la realtà. E non solo siamo riusciti a mascherarla, ma ci siamo perfino autoconvinti a venerarla.” Osho

Tragicomico

Sostieni il progetto tragicomico.it con una donazione libera e spontanea.
Un piccolo gesto per un grande aiuto!
GRAZIE di cuore.